„La nostra domanda è:

cos’è la salute?“

che noi utilizziamo.“

„La luce colorata contiene informazioni

quello consapevole di sè è migliore.“

„Il paziente maggiorenne è buono,

una strada sbagliata.“

„La malattia è soltanto percorrere

sulla catena causale.“

„Vera salute vuol dire lavorare

Gli amici dell’ESOGETICA Vi danno il benvenuto

News

Benvenuti! La Medicina Esogetica è un medicina olistica che riguarda l‘uomo. Noi ci riteniamo assolutamente partner di tutti i sistemi di cura, abbiamo un pensiero volto all‘integrazione, formuliamo ipotesi che riguardano ciò che è possibile, seguiamo ciò che è evidente e agiamo in modo empirico. Il razionale, le conoscenze scientifiche e naturalistiche non sono in antitesi bensì parte di qualcosa di molto più grande: la salute dell‘uomo.

Consideriamo l’uomo una grande creazione, unica e inimitabile. A questo proposito esistono principi fondamentali in base ai quali funziona la vita. Il campo biofotonico del corpo umano ha, ad esempio, la capacità di rispondere in modo flessibile a tutti i disturbi. Esso oscilla permanentemente tra „yin“ e „yang“ e questo noi lo definiamo salute. La Medicina Esogetica mira all’autoregolazione naturale. La invitiamo quindi a porsi Lei stesso/Lei stessa questa domanda:

Come funziona la mia salute?

Sapendo questo, la risoluzione dei Suoi sintomi non solo sarà più breve, ma anche più semplice, forse persino lampante ed accompagnata da una „forza irradiante“ per il resto della Sua vita. Per un primo orientamento Le servono sei complessi di disturbi.

Non importa se il movente siano ragioni importanti o semplice curiosità: il coraggio viene premiato! Si metta in cammino lungo la strada della conoscenza e competenza. Lo faccia per la Sua salute.

Esempi di disturbi-complessi.

Processo diagnostico fondamentale

Ciò che conta è soltanto l’efficacia:

i metodi diagnostici e terapeutici fondamentali.

In generale, la Medicina Esogetica si basa su conoscenze empiriche. Ossia, noi osserviamo ciò che è efficace. A tale proposito studiamo nuove combinazioni di metodi e continuiamo nel nostro percorso di osservazione. Abbiamo oltre 200 metodi, efficaci singolarmente o che danno vita a utili combinazioni. Inoltre, è possibili abbinarli ad altri strumenti diagnostici e terapeutici esistenti al di là della Medicina Esogetica. Per iniziare, ecco i metodi più usati nel nostro lavoro.

Diagnosi Energetica dei Punti Terminali

La Diagnosi Energetica dei Punti Terminali, di seguito abbreviata in DEPT, è il nostro metodo diagnostico principale. Essa è coerente, riproducibile e si basa sulla semplice fisica. In quattro passi ci aiuta a trattare ogni paziente quale essere individuale.

Interpretare:

affermazioni diagnostiche anche in riferimento a disturbi fisici che la persona non avverte ancora.

Diagnosticare:

riconoscimento delle correlazioni tra sintomi e cause.

Trattare con una terapia:

chiare indicazioni riguardo alle misure terapeutiche richieste.

Controllare:

informazioni immediate riguardanti l’effetto della terapia usata.

L’apparecchio diagnostico creato da Peter Madel si basa sulle scoperte fatte attorno al 1936 dalla coppia di ricercatori russi Kirlian. L’impostazione è pura fisica: ogni organismo vitale scarica impulsi elettrici. Con l’apparecchio DEPT perfezionato, la punta delle dita delle mani e le parti terminali delle dita dei piedi vengono sottoposti ad una scarica energetica che diviene poi visibile su una carta fotografica. Si vedono allora 2×10 irradiazioni a forma di corona che servono come fondamento di ogni diagnosi. A questo punto è richiesta la competenza, l’esperienza e l’apertura ad un dialogo tra terapista e paziente. Si tratta semplicemente di decifrare il „paesaggio“ che le irradiazioni evidenziano. Si accede così a delle catene causali, si presta attenzione alle predisposizioni genetiche e con tutte le informazioni ricevute si crea un referto olista.

continua a leggere...

Nell’epoca del World Wide Web si leggono molte cose sul tema della „foto Kirlian“. Di fatto Peter Mandel in più di quarant’anni ha letto decifrandole più di 1 milione di foto. Considerando le relazioni tra le irradiazioni luminose ultradeboli e le condizioni sempre individuali segnalate dal paziente „fotografato“, Peter Mandel ha poi creato il nostro sistema diagnostico generale.

La „foto Kirlian“ è pertanto, nell’accezione migliore, una foto della natura. Quale conseguenza della forza del campo elettrico nei gas, così come nell‘aria, si ha una ionizzazione e quindi una scarica di gas. Le parti termnali delle dita delle mani e dei piedi sono praticamente canali di scarica autoilluminantisi. In linea di massima anche l’apparcchio messo a punto da Peter Mandel lavora nello stesso modo: in uno spazio oscurato si pone una piastra di metallo sulla quale si fissa un isolatore, come ad esempio una piastra sottile di ceramica. Sulla piastra isolante si pone poi la carta fotografica con la parte sensibile verso l’alto e vi si mette sopra l’oggetto da fotografare, ad esempio una foglia o anche una persona oppure soltanto la sua punta delle dita delle mani e dei piedi. Viene quindi accesa la tensione elettrica per pochissimi secondi (circa 100 μs ) in base alla durata dell’illuminazione necessaria. In tal modo attorno all’oggetto si crea una scarica a forma di corona.

Indietro nel presente.

Le 2 x 10 scariche a corona che si vedono sulla carta fotografica hanno tutte una particolare impronta, completamente personale. Qui comincia il vero lavoro della Medicina Esogetica ovvero dei nostri terapisti: come si legge la foto? E che significato ha?
Da ricordare: Peter Mandel procede in linea di massima in modo empirico. Ciò significa che egli osserva tutto ciò che colpisce, crea associazioni ed esamina la sua anamnesi in ogni successiva situazione similare.
Citazione di Peter Mandel: „Quando qualcosa mi colpisce circa 10 o 20 volte devo dire che si può trattare di un caso, ma se si presenta 4000 volte, deve esserci dietro qualcosa…“. Non possiamo aggiungere nulla a questa osservazione eccetto quanto segue: osserviamo con ottimismo nel futuro ed osservando i fenomeni ed i loro scientifici deficit esplicatori non vediamo alcuna contraddizione. Vogliamo in ogni caso continuare a lavorare per la salute dell’essere umano.

Creare le correlazione tra i vari segni.

Peter Mandel a partire dai primi anni settanta dell’ultimo secolo ha creato un metodo complesso e immensamente vasto per leggere queste irradiazioni. Oggi numerose migliaia di terapisti si cimentano quotidianamente in centinaia di approcci terapeutici assolutamente individuali seguendo nel dettaglio questo sistema. Le terapie che ne seguono e i ricorrenti affinamenti e correzioni rendono felici tante persone in tutto il mondo.

Anamnesi

In ogni diagnosi è compreso un colloquio anamnestico dettagliato nel quale si presta attenzione anche e soprattutto  all’anamnesi famigliare, in quanto abbiamo osservato che vi è una fortissima relazione tra i disturbi della salute e le situazioni conflittuali sociali, familiari e generazionali. Con i sistemi diagnostici della Medicina Esogetica apriamo la strada anche ai „mascheramenti“ che si sono creati nel corso degli anni, in quanto vogliamo arrivare sempre alle cause.

Diagnostica visiva

Percepire e riconoscere colui che ci sta di fronte è uno dei presupposti della professione del terapista. Nella diagnosi dell’occhio, ad esempio, al primo posto dell’osservazione vi sono l’iride e la sclera (il bianco dell’occhio). Considerando tutte le zone riflesse dell’uomo quale individuo, cerchiamo di usare, per la nostra diagnosi, i fenomeni presenti nell’occhio in particolare quelli dell’iride. Parliamo anche della „diagnostica dell‘indicazione“ che spesso trova conferma anche attraverso una precisa anamnesi, attraverso il quadro sintomatico e anche i referti medici del paziente. Importante è comunque sempre riconoscere le predisposizioni e le debolezze presenti già prima del manifestarsi dei sintomi e delle malattie. Ovvero, detto in modo più sintetico: l’osservazione complessiva di tutti i fenomeni visivi merita massima attenzione e rispetto.

La pelle comunica molto più di mille parole.

La nostra pelle deve far fronte quotidianamente ad un numero infinito di impressioni dalle quali nascono sentimenti, riflessi psichici e fisici. Il fatto che in questo processo precise zone della cute reagiscano in modo più sensibile di altre, è qualcosa di conosciuto e sfruttato da millenni. Oggi, anche nella medicina occidentale si assiste ad un ritorno in voga di queste conoscenze e di questi metodi. Peter Mandel si ricollegò già all’inizio dei suoi studi ai lavori pionieristici del dott. Anton Markgraf. Le sue scoperte fondamentali relative all’informazione genetica nella diagnostica visiva esercitano un influsso fondamentale sulla Medicina Esogetica.

Le informazioni della diagnostica visiva sono „polifoniche“. Nella valutazione puntiamo sempre alla visione complessiva di tutti i segni, tenendo in considerazione i campi riflessi del viso (patofisiognomica), la lingua, i segmenti della schiena, i piedi e le mani. Essi vengono collegati all’informazione genetica dell’iridodiagnosi e della situazione attuale della Diagnosi Energetica dei Punti Terminali. Tutte le singole informazioni sono riunite in un’unica topografia. Soltanto quando è disponibile questo „paesaggio“ del paziente arriviamo ad un’analisi stabile della situazione.

continua a leggere...

Per noi la pelle è il veicolo principale dei segni, quindi la Medicina Esogetica si è prefissata il compito di decifrare queste informazioni presenti sulla pelle, associarle a precisi processi interiori per poi interpretarle all’interno della trinità della vita e cioè spirito-anima-corpo. Se attraverso questa strada si può innanzitutto evincere la via di collegamento con il luogo disturbato, per mezzo degli strumenti terapeutici adatti, risulta ormai molto vicina la strada per giungere ai riflessi „neutrali“ del disturbo individuale. La risposta a questo metodo sono spesso reazioni che la persona interessata sente direttamente e che noi nella Medicina Esogetica consideriamo a loro volta „simboli“. Esse forniscono al terapista indicazioni corrispondenti all’individualità della persona che viene trattata.

A questo proposito Peter Mandel rimanda al significato e all’importanza del concetto della „diagnostica visiva“, ed a come il suo maestro Dr. Anton Markgraf l’ha descritta. Nella sua opera in otto volumi dal titolo „Die genetischen Informationen der visuellen Diagnostik“ („Le informazioni genetiche della diagnostica visiva“) il Dr. Markgraf indica chiaramente la relazione che c’è tra i fenomeni riconoscibili, i disturbi funzionali e le malattie. Peter Mandel e quindi anche la Medicina Esogetica hanno imparato proprio dal Dr. Markgraf ad orientarsi in base al campo riflesso della pelle.

  • Diagnosi Energetica dei Punti Terminali

    La Diagnosi Energetica dei Punti Terminali, di seguito abbreviata in DEPT, è il nostro metodo diagnostico principale. Essa è coerente, riproducibile e si basa sulla semplice fisica. In quattro passi ci aiuta a trattare ogni paziente quale essere individuale.

    Interpretare:

    affermazioni diagnostiche anche in riferimento a disturbi fisici che la persona non avverte ancora.

    Diagnosticare:

    riconoscimento delle correlazioni tra sintomi e cause.

    Trattare con una terapia:

    chiare indicazioni riguardo alle misure terapeutiche richieste.

    Controllare:

    informazioni immediate riguardanti l’effetto della terapia usata.

    L’apparecchio diagnostico creato da Peter Madel si basa sulle scoperte fatte attorno al 1936 dalla coppia di ricercatori russi Kirlian. L’impostazione è pura fisica: ogni organismo vitale scarica impulsi elettrici. Con l’apparecchio DEPT perfezionato, la punta delle dita delle mani e le parti terminali delle dita dei piedi vengono sottoposti ad una scarica energetica che diviene poi visibile su una carta fotografica. Si vedono allora 2×10 irradiazioni a forma di corona che servono come fondamento di ogni diagnosi. A questo punto è richiesta la competenza, l’esperienza e l’apertura ad un dialogo tra terapista e paziente. Si tratta semplicemente di decifrare il „paesaggio“ che le irradiazioni evidenziano. Si accede così a delle catene causali, si presta attenzione alle predisposizioni genetiche e con tutte le informazioni ricevute si crea un referto olista.

    Nell’epoca del World Wide Web si leggono molte cose sul tema della „foto Kirlian“. Di fatto Peter Mandel in più di quarant’anni ha letto decifrandole più di 1 milione di foto. Considerando le relazioni tra le irradiazioni luminose ultradeboli e le condizioni sempre individuali segnalate dal paziente „fotografato“, Peter Mandel ha poi creato il nostro sistema diagnostico generale.

    La „foto Kirlian“ è pertanto, nell’accezione migliore, una foto della natura. Quale conseguenza della forza del campo elettrico nei gas, così come nell‘aria, si ha una ionizzazione e quindi una scarica di gas. Le parti termnali delle dita delle mani e dei piedi sono praticamente canali di scarica autoilluminantisi. In linea di massima anche l’apparcchio messo a punto da Peter Mandel lavora nello stesso modo: in uno spazio oscurato si pone una piastra di metallo sulla quale si fissa un isolatore, come ad esempio una piastra sottile di ceramica. Sulla piastra isolante si pone poi la carta fotografica con la parte sensibile verso l’alto e vi si mette sopra l’oggetto da fotografare, ad esempio una foglia o anche una persona oppure soltanto la sua punta delle dita delle mani e dei piedi. Viene quindi accesa la tensione elettrica per pochissimi secondi (circa 100 μs ) in base alla durata dell’illuminazione necessaria. In tal modo attorno all’oggetto si crea una scarica a forma di corona.

    Indietro nel presente.

    Le 2 x 10 scariche a corona che si vedono sulla carta fotografica hanno tutte una particolare impronta, completamente personale. Qui comincia il vero lavoro della Medicina Esogetica ovvero dei nostri terapisti: come si legge la foto? E che significato ha?
    Da ricordare: Peter Mandel procede in linea di massima in modo empirico. Ciò significa che egli osserva tutto ciò che colpisce, crea associazioni ed esamina la sua anamnesi in ogni successiva situazione similare.
    Citazione di Peter Mandel: „Quando qualcosa mi colpisce circa 10 o 20 volte devo dire che si può trattare di un caso, ma se si presenta 4000 volte, deve esserci dietro qualcosa…“. Non possiamo aggiungere nulla a questa osservazione eccetto quanto segue: osserviamo con ottimismo nel futuro ed osservando i fenomeni ed i loro scientifici deficit esplicatori non vediamo alcuna contraddizione. Vogliamo in ogni caso continuare a lavorare per la salute dell’essere umano.

    Creare le correlazione tra i vari segni.

    Peter Mandel a partire dai primi anni settanta dell’ultimo secolo ha creato un metodo complesso e immensamente vasto per leggere queste irradiazioni. Oggi numerose migliaia di terapisti si cimentano quotidianamente in centinaia di approcci terapeutici assolutamente individuali seguendo nel dettaglio questo sistema. Le terapie che ne seguono e i ricorrenti affinamenti e correzioni rendono felici tante persone in tutto il mondo.

  • Anamnesi

    In ogni diagnosi è compreso un colloquio anamnestico dettagliato nel quale si presta attenzione anche e soprattutto  all’anamnesi famigliare, in quanto abbiamo osservato che vi è una fortissima relazione tra i disturbi della salute e le situazioni conflittuali sociali, familiari e generazionali. Con i sistemi diagnostici della Medicina Esogetica apriamo la strada anche ai „mascheramenti“ che si sono creati nel corso degli anni, in quanto vogliamo arrivare sempre alle cause.

  • Diagnostica visiva

    Percepire e riconoscere colui che ci sta di fronte è uno dei presupposti della professione del terapista. Nella diagnosi dell’occhio, ad esempio, al primo posto dell’osservazione vi sono l’iride e la sclera (il bianco dell’occhio). Considerando tutte le zone riflesse dell’uomo quale individuo, cerchiamo di usare, per la nostra diagnosi, i fenomeni presenti nell’occhio in particolare quelli dell’iride. Parliamo anche della „diagnostica dell‘indicazione“ che spesso trova conferma anche attraverso una precisa anamnesi, attraverso il quadro sintomatico e anche i referti medici del paziente. Importante è comunque sempre riconoscere le predisposizioni e le debolezze presenti già prima del manifestarsi dei sintomi e delle malattie. Ovvero, detto in modo più sintetico: l’osservazione complessiva di tutti i fenomeni visivi merita massima attenzione e rispetto.

    La pelle comunica molto più di mille parole.

    La nostra pelle deve far fronte quotidianamente ad un numero infinito di impressioni dalle quali nascono sentimenti, riflessi psichici e fisici. Il fatto che in questo processo precise zone della cute reagiscano in modo più sensibile di altre, è qualcosa di conosciuto e sfruttato da millenni. Oggi, anche nella medicina occidentale si assiste ad un ritorno in voga di queste conoscenze e di questi metodi. Peter Mandel si ricollegò già all’inizio dei suoi studi ai lavori pionieristici del dott. Anton Markgraf. Le sue scoperte fondamentali relative all’informazione genetica nella diagnostica visiva esercitano un influsso fondamentale sulla Medicina Esogetica.

    Le informazioni della diagnostica visiva sono „polifoniche“. Nella valutazione puntiamo sempre alla visione complessiva di tutti i segni, tenendo in considerazione i campi riflessi del viso (patofisiognomica), la lingua, i segmenti della schiena, i piedi e le mani. Essi vengono collegati all’informazione genetica dell’iridodiagnosi e della situazione attuale della Diagnosi Energetica dei Punti Terminali. Tutte le singole informazioni sono riunite in un’unica topografia. Soltanto quando è disponibile questo „paesaggio“ del paziente arriviamo ad un’analisi stabile della situazione.

    (weiter lesen)

    Ze Per noi la pelle è il veicolo principale dei segni, quindi la Medicina Esogetica si è prefissata il compito di decifrare queste informazioni presenti sulla pelle, associarle a precisi processi interiori per poi interpretarle all’interno della trinità della vita e cioè spirito-anima-corpo. Se attraverso questa strada si può innanzitutto evincere la via di collegamento con il luogo disturbato, per mezzo degli strumenti terapeutici adatti, risulta ormai molto vicina la strada per giungere ai riflessi „neutrali“ del disturbo individuale. La risposta a questo metodo sono spesso reazioni che la persona interessata sente direttamente e che noi nella Medicina Esogetica consideriamo a loro volta „simboli“. Esse forniscono al terapista indicazioni corrispondenti all’individualità della persona che viene trattata.
    A questo proposito Peter Mandel rimanda al significato e all’importanza del concetto della „diagnostica visiva“, ed a come il suo maestro Dr. Anton Markgraf l’ha descritta. Nella sua opera in otto volumi dal titolo „Die genetischen Informationen der visuellen Diagnostik“ („Le informazioni genetiche della diagnostica visiva“) il Dr. Markgraf indica chiaramente la relazione che c’è tra i fenomeni riconoscibili, i disturbi funzionali e le malattie. Peter Mandel e quindi anche la Medicina Esogetica hanno imparato proprio dal Dr. Markgraf ad orientarsi in base al campo riflesso della pelle.

Metodi terapeutici fondamentali

Terapie nella Medicina Esogetica

L’uso della luce rappresenta il principale strumento terapeutico della Medicina Esogetica. Più precisamente si tratta della luce colorata. Partendo da questo strumento, comunque, la Medicina Esogetica lavora con molti altri metodi che sono stati sperimentati e collaudati da secoli e che si possono combinare in modo sistematico. Alcuni sono un’evoluzione di metodi conosciuti già da secoli. Tutti insieme costituiscono un‘ interazione tra diagnosi e terapia per la regolazione dello stato di salute di ogni singolo individuo.

  • Cromopuntura

    Il presupposto della salute è l’equilibrio armonioso di tutti i processi corporei. Questa armonia nasce dalla comunicazione tra le celule. Il metabolismo cellulare e la comunicazione tra le cellule non sono possibili senza la luce. Questo è proprio ciò che noi sfruttiamo usando la luce e tutte le sue lunghezze d’onda in modo mirato come un impulso e un „potente stimolo“.

    Tutte le sfumature del colore, comprese le gradazioni del grigio, possiedono un’energia vibratoria individuale, un‘ „informazione“ specifica. Noi introduciamo questa informazione in precisi punti e zone riflesse del „sistema energetico uomo“. Si tratta di un’ulteriore evoluzione della tradizionale agopuntura ed a questo riguardo parliamo di una complessa rete di comunicazione. Attraverso il sistema del corpo che veicola la luce e attraverso le energie vibrazionali si genera una regolazione riequilibrante delle informazioni laddove si trova la causa di un disturbo.

    Attraverso l’impulso indotto in precisi punti del corpo sensibili, si mette in moto una reazione a catena, che „spazza via“ l’ostacolo e regola l’informazione e l’energia proprie del corpo, per farle scorrere senza alcun ostacolo nei canali prestabiliti, in modo morbido e indolore.

  • Cromopuntura con infrarosso e ultravioletto

    Per un trattamento quanto più possibile efficace e mirato al singolo individuo usiamo la nostra terapia con l’infrarosso relativa al corpo e la terapia con l’ultravioletto che agisce invece più in profondità. La qualità dell’irradiazione dell’infrarosso collegata a specifiche zone riflesse del corpo rende possibile un effetto duraturo. Questo processo è spesso molto utile, in modo particolare per le terapie del dolore. La luce ultravioletta invece coinvolge il livello psico-animico e con essa otteniamo risultati a livello causale profondo affrontando così possibili disarmonie e risolvendole.

  • Terapia d’induzione

    Tutti noi viviamo nel ritmo. Il nostro cervello oscilla in cinque diversi ritmi. Abbiamo un ritmo per il sonno profondo, uno per il sonno leggero, uno per il rilassamento, uno per quando siamo svegli e uno che agisce quando siamo sottoposti a forti prestazioni fisiche.

    Ogni impulso all’esterno e all’interno del nostro corpo deve essere rielaborato dalla nostra coscienza. Quando non stiamo bene e iniziamo ad ammalarci, possiamo supporre che vi sia un disturbo all’interno del nostro ritmo cerebrale. Nella maggior parte dei casi, però, è possibile rimettere a punto l’originale e corretta vibrazione del cervello, in quanto attraverso il processo dell’induzione possiamo spesso introdurre nuovamnete le vibrazioni specifiche del cervello. Il talamo è la porta per la coscienza e accoglie gli impulsi elettrici indotti attraverso la pelle con il programma d’induzione. Nelle aree cerebrali precedentemente sovraeccitate entra il rilassamento ed i sistemi bloccati ritornano alla normalità. In effetti facciamo al cervello una terapia uguale a quella che esso stesso farebbe. Con la creazione della terapia d’induzione Peter Mandel ha sviluppato un metodo che ricorda al cervello modelli armonici „dimenticati“. Oppure, detto in modo più semplice e breve, non induciamo nulla di estraneo, ma semplicemente forniamo un aiuto perchè la persona stessa possa guarirsi, in modo delicato, rispettoso e individuale.

  • Terapia con i cristalli

    Per la nostra cristalloterapia non usiamo pietre preziose, bensì dei modelli incisi su elementi di cristallo. Per la sua cristalloterapia Peter Mandel usa cristalli artificiali, quindi un materiale privo di strutture e di informazioni sul quale vengono impressi precisi modelli olografici e informazioni. Lo scopo è di usare cristalli diversamente intagliati per stimolare le energie autoguaritrici del corpo umano.

    L’idea che vi è dietro: sappiamo che per il corpo la cosa migliore è l’autoguarigione e con i cristalli lo aiutiamo proprio a guarirsi da solo. E funziona così: cristalli intagliati secondo specifici modelli vengono posti su precise zone riflesse del corpo umano per stimolare le forze autoguaritrici. In base al principio di risonanza, i modelli armoniosi “sfalsati” presenti nell’uomo possono essere riportati al loro stato di salute originario. 

    In collaborazione con la ditta SWAROVSKI Peter Mandel ha creato cristalli artificiali. Muniti di precisi modelli olografici e di colori, essi sono particolarmente indicati per due diversi tipi di utilizzo: con la cristalloterapia si tratta di attivatori che vengono posizionati su specifiche zone della cute; con la cristallopuntura ci serviamo invece di cristalli più piccoli forniti di un ologramma e che vengono incollati su precisi punti della cute.

L’autoaiuto è ben accetto!

Impari a conoscere se stesso!

Dopo una spiegazione più precisa e un’introduzione esaustiva in loco, la Medicina Esogetica può esserLe d‘aiuto anche attraverso un autotrattamento da fare a casa, importante per coloro che iniziano a trattarsi, per i progrediti nella materia oppure come preparazione per un trattamento successivo in uno dei nostri studi, dove Lei può imparare a conoscere già i primi meccanismi d’impulsi e di effetti sul Suo corpo. Così può diventare anche Lei, in modo totalmente individuale, una parte del sistema empirico e del tesoro d’esperienze della Medicina Esogetica.
Le chiediamo gentilmente di prestare sempre attenzione a quanto segue: alcune malattie e disturbi sono parzialmente o per nulla adatti all’autotrattamento. Prima di farsi un autotrattamento chieda pertanto sempre al suo medico o specialista.
I seguenti prodotti sono stati creati da Peter Mandel consapevolmente anche per l’autotrattamento. Insieme ad ogni prodotto si ricevono anche le indicazioni all’uso dello stesso. O più brevemente: usare, osservare, ottimizzare!

  • Cristalli

    Questi cristalli, dopo indicazioni specialistiche, si possono usare per se stessi in qualsiasi momento. Sono particolarmente indicate anche per i bambini. Essi stimolano le forze di autoguarigione, promuovono il rilassamento profondo e in numerosissimi disturbi aiutano a risollevarsi sia gli adulti che i bambini.

  • Apparecchio Synapsis Home

    Con questo apparecchio può fare la Sua terapia d’induzione tranquillamente a casa. Le induzioni ritmiche ricordano al Suo cervello modelli armoniosi „dimenticati“. I programmi tramandati di vibrazioni armoniose mettono davanti al Suo cervello „soltanto“ uno specchio dei suoi stessi ritmi armoniosi e di quanto essi sono importanti per ritrovare il Suo sano ritmo del sonno, per attivare la sua sana eliminazione dello stress e per ritrovare l’attenzione interiore, dopo un permanente sovraeccitamento. Presti sempre attenzione alle indicazioni d’uso del prodotto.

  • Olio alle erbe selvatiche relax

    La Sua pelle è uno straordinario veicolo d’informazioni. Restituisca le informazioni alla Sua interiorità! Con l’olio alle erbe spontanee stimola e regola i Suoi centri energetici. Così attraverso specifiche zone può stimolare il Suo sonno sano e attraverso precise zone del sogno può anche mettere in movimento in modo sorprendente la Sua „evacuazione psichica“, per una migliore giornata!

  • Terapia con i suoni

    Consigliamo l’uso di questi prodotti come un naturale processo quotidiano. Non si tratta di un grande accorgimento dispendioso, bensì di un sostegno morbido e naturale del Suo equilibrio corpo-anima-spirito. Inoltre: la prevenzione è la medicina più salutare.

    Terapia cromosonora

    Attraverso la trasformazione di frequenze cromatiche in frequenze sonore le informazioni che hanno un’azione stabilizzatrice e di sostegno, vengono condotte attraverso l’udito sino al cervello e poi ai centri di comando.

    Quadri sonori

    Si usano per trattare problemi e disturbi inconsci quindi non ancora manifesti. Le combinazioni di suoni sono strutturate e non create a piacimento come succede con la musica per meditazione. I quadri sonori conducono gradualmente e in modo non verbale allo stato primordiale naturale dell’uomo. I quadri sonori sono da ascoltare in ordine di successione in quanto sono creati in modo sequenziale. 

    Risoluzione dei conflitti

    Questa serie di CD concerne una stimolazione acustica relativa al cervello desincronizzato. Impulsi regolatori molto delicati conducono con grande rispetto allo scioglimento dei blocchi. Si tratta di quattro CD creati in modo sequenziale. Questi passi terapeutici hanno senso solo se usati insieme e pertanto si trovano soltanto come „pacchetto completo“.

Chi siamo

Cammino e opera di Peter Mandel

All’inizio della Medicina Esogetica non vi erano altro che le osservazioni e le conoscenze di Peter Mandel, inizialmente quale fisioterapista e Heilpraktiker (Naturopata che in Germania è però considerato a livello dei medici) a Heidelberg e dagli inizi degli anni settanta a Bruchsal.

In collaborazione con il ricercatore di biofotoni Fritz-Albert Popp Peter Mandel ha effettuato un lavoro pionieristico riguardante la biofisica e i suoi strutturali meccanismi d’azione all’interno del corpo umano.

Il professor Popp è riuscito soprattutto a dimostrare che le cellule comunicano tra loro con la luce e il colore, quindi con fotoni. Nel 1976 Peter Mandel ha creato il suo metodo terapeutico con il colore per mezzo della cromopuntura. Il nucleo dell’idea maturata da Mandel è la relazione tra i campi riflessi sulla pelle e gli organi del corpo. Con la Diagnosi Energetica dei Punti Terminali (DEPT) creata nel 1973, fondata sulla „foto Kirlian“ degli anni venti, Peter Mandel ha fatto il grande salto dal fenomeno al sistema in quanto la DEPT ha reso possibile provare in modo fisico e visibile la sua tecnica di cura. Lo schema diagnostico della DEPT creato allora è ancor oggi la base per scoprire la catena causale individuale di ogni paziente.

continua a leggere...

Le teorie di Peter Mandel aprono strade e prospettive completamente nuove sia nell’ambito diagnostico che in quello terapeutico. Concetti come „Cromopuntura“, „Terapia del dolore“ oppure „Terapia per la risoluzione dei conflitti“ costituiscono oggi una parte fondamentale della Medicina Esogetica. Molti colleghi tra i quali medici, dentisti, naturopati e fisioterapisti usano questi metodi per integrare quelli della medicina classica e scolastica. Uno stretto contatto con le cliniche – soprattutto per quanto riguarda le terapie del dolore – è un grande passo importante verso un’utile e ragionevole collaborazione tra i nuovi metodi di cura e la medicina tradizionale. Ormai la Medicina Esogetica ha preso piede negli studi medici di più di 20 paesi della terra e viene usata da più di 20.000 medici e terapisti per il benessere dei loro pazienti.

Oggi Peter Mandel è un terapista, insegnante e punto di riferimento conosciuto in tutto il mondo. Ha tenuto conferenze e seminari in tutta Europa, negli Stati Uniti, in India, in Giappone, in Cina, in Australia e collabora con numerosi scienziati e istituzioni noti a livello mondiale, come ad esempio il ricercatore dei biofotoni professor F. A. Popp. e l’Università Hangzhou in Cina. Peter Mandel è dottore honoris causam in „Medicina Alternativa“ ad Alma-Ata, membro onorario dell’accademia di Medicina Olista della Fondazione Grieshaber e membro fondatore nonchè secondo Amministratore Delegato dell‘ „Akademie für Medizin und reformierte Heilweisen e.V.“ (Accademia di Medicina e nuovi metodi di cura) di Worms.

Studio di Naturopatia Mandel & Wunderlich

Qui disponiamo di tutti i metodi diagnostici e terapeutici che abbiamo creato negli ultimi quarant’anni. Nello studio curano e insegnano Peter Mandel e suo figlio Markus Wunderlich. Sono entrambi presenti alla vita quotidiano dello studio e perennemente occupati a rispondere alle seguenti domande: come funziona la salute di ogni individuo? Come possiamo riuscire a comprenderla e a cosa dobbiamo prestare attenzione lungo questo cammino? Per questa ragione all’inizio facciamo sempre un colloquio anamnestico approfondito e vogliamo motivare la persona a partecipare attivamente al suo processo di guarigione. Questo perchè ci consideriamo partner, coach e motivatori del potenziale di guarigione dell’individuo. Benvenuti!

La nostra filosofia e il nostro pensiero

L’EGOGETICA non è soltanto l’unione dell’esoterica, termine derivante dal greco antico che significa „spazio interiore“, e l’energetica, bensì molto di più. È un „atteggiamento“ che viene dalla ricerca delle cause, dall’indagine sugli effetti e da una curiosità a trecentosessanta gradi riguardante il sapere e le conoscenze del passato e quelle attuali. Oppure più brevemente: la Medicina Esogetica è una medicina olista sistematica. Quando il corpo, la psiche/anima e lo spirito comunicano tra loro in modo armonioso siamo sani. Quando ciò non accade, si manifestano i sintomi della stasi, dello stallo, comunemente definiti malattia. Riconosciuta per tempo, essa è soltanto un’informazione che ci viene data riguarda a noi stessi e che ci permette di cambiare. 

continua a leggere...

Nello stadio successivo, generalmente definito cronico, dobbiamo metterci alla ricerca della catena causale. In sostanza la Medicina Esogetica non vuole soltanto ottenere la guarigione, ma puntare alla salute. A questo scopo utilizza più di 200 metodi terapeutici tradizionali e moderni, occidentali e orientali. La Medicina Esogetica non è quindi nemica, bensì partner della medicina moderna. La medicina tradizionale cinese, informazioni e conoscenze della biofisica e della stessa bionica sono tutte parti di qualcosa di molto più grande: il complesso sistema uomo. Tutto questo serve ad uno scopo: la sua salute.

Ricerca terapista

Seminari di Esogetics

Seminari & workshop per principianti

La Medicina Esogetica è aperta sin dall’inizio a tutti.

Siamo particolarmente felici del fatto che siate curiosi di approcciarvi per la prima volta al nostro modo di pensare e di eseguire trattamenti.

Seminari & workshop per professionisti

Da un lato nelle pagine seguenti trova le descrizioni della formazione completa in Diagnosi Energetica dei Punti Terminali nonchè della formazione in terapie della Medicina Esogetica con la Cromopuntura secondo Peter Mandel quale punto chiave. Entrambe le formazioni sono offerte in forma compatta allo scopo di assicurare un’elevata efficacia e un rapido ammortamento attraverso una struttura d’apprendimento intensiva e duratura.

Online shop

Olio Esogetico alle erbe selvatiche

Gli oli eterici contenuti nell’Olio Esogetico alle erbe hanno un effetto regolatore e stimolante su tutta la persona

Il disco del cuore nella sua custodia

Dal punto di vista simbolico, il cuore dell’uomo viene messo in relazione a sentimenti ed emozioni quali il calore del cuore, la bontà d’animo, la dedizione e l’amore saldamente ancorato al nostro cuore.

Perlux F-333, set per il trattamento delle zone del corpo con la cromopuntura

Perlux F-333, set per il trattamento delle zone del corpo con la cromopuntura

CD Cefalea / Emicrania

Le statistiche ci dimostrano che cefalea ed emicrania colpiscono una persona su tre a intervalli irregolari e una persona su dieci a intervalli regolari.

Synapsis Home 2

Dispositivo ad uso professionale e domestico per applicare la terapia dell’induzione secondo Peter Mandel, con tre programmi scelti da Voi.

Seminari, workshop e online shop in Italia

Volete essere sempre aggiornati? Abbonatevi alla nostra newsletter inglese!

Modulo di registrazione Newsletter

© esogetics GmbH 2018 - Tutti i diritti riservati